accesso all'area riservata

#FONDO PERDUTO PER LE ATTIVITA’ CINEMATOGRAFICHE

 

NATURA DELL’AGEVOLAZIONE
Contributo a fondo perduto fino al 50% delle spese ammissibili, per un importo massimo di € 60.000,00
finalizzati alla creazione di un impianto di proiezione digitale
Unitamente a:
-Adozione linee intranet
-Adozione audio digital cinema
-Adozione illuminazione led

SPESE AMMISSIBILI -una sola domanda per unità locale-
Sono ammissibili i seguenti interventi per solo beni nuovi:
INTERVENTO 1: IMPIANTO DI PROIEZIONE DIGITALE
Investimenti in attrezzature di cabina per la proiezione digitale delle sale cinematografiche, che devono riguardare un esercizio cinematografico con all’interno da 1 a 5 schermi, situato in Piemonte e che svolge prevalentemente attività cinematografica o cinematografica e teatrale per almeno 90 giorni all’anno.
IMPORTO MASSIMO CONCEDIBILE                                                                  € 25.000
Proiettore Digital Cinema: il proiettore deve soddisfare le specifiche Digital Cinema
Iniziative (DCI), come dichiarato dalle singole case produttrici;
Server Digital Cinema: il server, che offre l’interfaccia per la gestione della proiezione e ne garantisce la sicurezza antipirateria in combinazione con il proiettore, deve rientrare nella categoria DCI;
Sistemi di sicurezza della cabina di proiezione cinematografica digitale;
Sistema satellitare (predisposizione della sala interessata dall’intervento per il collegamento
satellitare: parabola, decoder ed attrezzatura di rete);
Spese di installazione non superiori al 5% delle spese ammissibili per le precedenti voci.
INTERVENTO 2: LINEE INTRANET
Investimenti per la realizzazione di reti INTRANET per il controllo, la gestione e la veicolazione dei  contenuti all’interno delle strutture cinematografiche (nell’unità locale oggetto di investimento di cui  all’intervento 1)
IMPORTO MASSIMO CONCEDIBILE                                                                 € 5.000
Hardware per la gestione ed il controllo della linea dati (switch con velocità di  trasferimento almeno di 1Gb);
Hardware per il controllo via rete delle apparecchiature di proiezione installate presso la struttura (KVM, monitor, mouse e tastiera);
Hardware per la gestione programmata dei contenuti DCP (TMS e Library);
Hardware per lo streaming live di contenuti alternativi.
INTERVENTO 3: AUDIO DIGITAL CINEMA
Investimenti per l’acquisizione e predisposizione di tecnologie:
A – Dolby Digital 7.1:
sistema che prevede due canali distinti per le casse surround posteriori così da permettere una maggiore percezione della circolazione degli effetti audio.
IMPORTO MASSIMO CONCEDIBILE                                                                  € 5.000
Upgrade hardware per processori Digital Audio predisposti per il 7.1;
Processore digital audio con decodifica Dolby 7.1;
Amplificatori di potenza per canali audio;
Altoparlanti di sala
B – Audio 3D:
posizionamento delle casse effetti a soffitto e su più livelli laterali, mirato a garantire la percezione  della tridimensionalità e totale immersione nella scena sonora. Massima evoluzione della  tecnologia audio per le sale cinematografiche.
IMPORTO MASSIMO CONCEDIBILE                                                                  € 20.000
Processore Digital Cinema Audio 3D;
Amplificatori di potenza per canali audio;
Altoparlanti di sala
INTERVENTO 4: ILLUMINAZIONE LED
Investimenti necessari per massimizzare l’efficienza nei consumi energetici.
Si tratta dell’introduzione di illuminazione a Led all’interno delle strutture cinematografiche: spazi comuni, spazi esterni ed illuminazione di sala. Tale intervento deve essere finalizzato ad un risparmio energetico (dimostrabile in fase di presentazione delle domanda e confermato in fase di rendicontazione finale) di almeno il 30% rispetto alla situazione di partenza e, come ulteriore ricaduta, deve portare ad una riduzione dei costi di manutenzione e dei materiali da smaltire.
IMPORTO MASSIMO CONCEDIBILE                                                                     € 5.000
Sostituzione di corpi e/o sorgenti illuminanti con tecnologie Led a basso consumo.
BENEFICIARI
PMI che svolgono attività cinematografica o cinematografica e teatrale per almeno 90 giorni all’anno e che, al momento della domanda:
-non siano “imprese in difficoltà”;
-abbiano l’unità locale in cui sarà realizzato l’intervento attiva, localizzata in Piemonte e con codice ATECO 2007 -59.14.00;
-siano in possesso delle necessarie autorizzazioni.

 NORMATIVA COMUNITARIA DI RIFERIMENTO
Regolamento (CE) n. 1407/2013 – De minimis

 click-FONDO PERDUTO PER LE ATTIVITA’ CINEMATOGRAFICHE